15 settembre 1578 – Il Sacro Telo giunge nella Cappella Ducale, Chiesa ‘Santa Maria ad praesepe’

Partito dal castello di Lucento, un maestoso corteo accompagna lo scrigno che contiene la Sacra Reliquia. 700 torce illuminano il passaggio del Nunzio del Papa, 5 vescovi, il Legato della Repubblica, i magistrati di stato, il principe ereditario e il padre, il duca Emanuele Filiberto che nonostante l’insolito caldo torrido della giornata non osò mai coprirsi il capo.
Arrivato in piazza Castello il Sacro Lino trovò la prima collocazione.
Lo scrigno fu posto nella cappella ducale dedicata a San Lorenzo all’interno della chiesa dedicata a ‘Santa Maria ad praesepe’, fatiscente struttura citata già dal 1177.

Il sacro telo arriva alla Cappella DucaleLa prima ostensione ufficiale avvenne il 29 settembre all’interno del duomo di Torino, in occasione della firma di trattati di pace tra il duca e gli ambasciatori dei cantoni svizzeri.
Secondo quanto riferisce Giulio Cambiano di Ruffia nei sui ‘memorabili’ sembra che in realtà il sacro telo fosse stato già esposto il 13 settembre attirando a se un infinito numero di fedeli.
Le cronache ufficiali indicano però il 15 settembre come data di arrivo della Sindone a Torino.

Il 6 ottobre 1578 l’ arcivescovo di Milano comincia il suo pellegrinaggio a piedi per pregare al suo cospetto. Arrivato a Torino Carlo Borromeo viene accompagnato dal duca al Duomo di Torino affinché potesse ristorarsi prima di recarsi alla Cappella di San Lorenzo e venerare il Sacro telo.
Il 10 ottobre l’arcivescovo celebra messa nella chiese di ‘Santa Maria ad Praesepe’ dando la comunione anche all’illustre ospite ‘Torquato Tasso’.

testo estratto dallo speciale sul percorso del sacro telo dentro Torino