Per un motivo o per l’altro c’è sempre stata una fuga di cervelli dall’ Italia verso l’estero. Motivi economici,  possibilità di carriera o una prospettiva di vita migliore purtroppo continuano a spingere molta gente ad abbandonare la nostra Città.
Léon Camille Marius Croizat, nato a Torino il 16 luglio 1894, è stato invece costretto a lasciare Torino per via delle sue posizioni decisamente antifasciste.

Arrivato a New York, trova un posto di assistente tecnico presso l’ Arboretum dell’università di Harvard dove, grazie alla sua passione per le scienze naturali e alla padronanza delle lingue più comuni e delle lingue antiche, si dedica alla classificazione delle piante ed alla stesura di un impressionante numero di articoli scientifici.
Vicende interne all’università ed una serie di articoli poco graditi al nuovo direttore dell’ Arboretum rendono la vita difficile al torinese Léon Camille che in breve tempo si trova senza lavoro e impossibilitato a scrivere sulle riviste scientifiche.

Le ristrettezza economiche costringono lo scienziato a trasferirsi in Venezuela dove trova lavoro all’interno dell’ Università di Caracas.
Pochi anni dopo Léon Camille Marius Croizat  lascia gli incarichi universitari  per dedicarsi allo studio botanico ed all’ esposizione dei suoi studi in ambito biogeografico.

Léon Camille Marius Croizat

A lui è stata dedicata la Croizatia, un genere di piante che deve il suo nome al nostro amico torinese.

Immagine modificata da: Di Penarc – Own work by uploader Maurobio english Wikipedia, CC BY-SA 3.0

 

On this website we use first or third-party tools that store small files (<i>cookie</i>) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (<i>technical cookies</i>), to generate navigation usage reports (<i>statistics cookies</i>) and to suitable advertise our services/products (<i>profiling cookies</i>). We can directly use technical cookies, but <u>you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies</u>. <b>Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience</b>.