Cesare Balbo

Cesare Balbo

Figlio di Prospero Balbo e cugino di Massimo D’Azeglio, Cesare Balbo è nato a Torino il 21 novembre 1789.

A lui è stato dedicato il monumento presente all’interno della Aiuola Balbo, opera dell’artista Vincenzo Vela e inaugurato nel 1859.

Figura di rilievo del Risorgimento Italiano, oltre a essere scrittore e politico, ha ricoperto la carica di Presidente del Consiglio del Regno di Sardegna.
La sua determinazione e coerenza con i suoi principi lo hanno spesso messo in contrasto con figure di rilievo della politica Italiana trovandosi spesso nella difficile posizione di persona indesiderata e malvista dalle parti politiche opposte, fedeli e cospiratori del Sovrano d’Italia.

Cesare Balbo

Dopo l’esilio imposto da Carlo Alberto, al suo ritorno nel 1847 rientrò attivamente nella politica del regno fondando con Camillo Benso di Cavour il quotidiano ‘Risorgimento’.
Nel 1848 fu nominato Presidente del Consiglio ma dopo tre mesi si ritirò dall’incarico non vedendo accolta la sua richiesta di unire Piemonte e Lombardia per fronteggiare l’esercito austriaco.
Ritiratosi dalla politica si dedico alla scrittura fino alla sua morte.

 


On this website we use first or third-party tools that store small files (<i>cookie</i>) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (<i>technical cookies</i>), to generate navigation usage reports (<i>statistics cookies</i>) and to suitable advertise our services/products (<i>profiling cookies</i>). We can directly use technical cookies, but <u>you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies</u>. <b>Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience</b>.