Andrea Gatti

da | Persone

Un creativo, o se volete un artista, a qualunque livello operi, in quanto tale, prova piacere a fare quello che fa, che sia disegnare, dipingere, scolpire, scrivere, fare musica o cucinare, è relativo, semplicemente ama fare ciò che fa per il piacere di farlo. Un piacere che fa stare bene, un piacere giusto. È un dato di fatto.

Sunk World

Ma questo è solo un aspetto della questione, il primo stadio se vogliamo, perchè la soddisfazione di aver creato qualcosa dove prima non c’era nulla, per quanto appagante e benfica sia, nel creativo o artista, richiama presto qualcosa di ulteriore, il desiderio se non addirittura l’esigenza di condividere la sua opera, aspirando ad una dimensione più ampia, sociale, collettiva. Ed ecco il secondo stadio: l’approvazione, il consenso altrui, un motore enormemente potente. Un fenomeno intrinseco nella natura umana. In che mondo vivremmo se così non fosse, se il prodotto dell’ingegno non fosse condiviso e fruibile a tutti? Chi e a quale scopo metterebbe le prorpie energie e parte di se stesso nel creare qualcosa con l’intento preciso di non condividerlo con altri, di non mostrare mai a nessuno il frutto delle proprie fatiche?

Mecha

Nella logica della sopravvivenza la vita è uno sforzo di gruppo, e il contributo dell’artista a tale impresa, consiste nello stupire, nell’emozionare, nell’elevare il tono emotivo attraverso la produzione del bello, partecipando così ad una spinta verso l’alto con il fine di migliorare in qualche misura l’esistenza comune.
Nel mio piccolo non faccio eccezione, sono spinto dalle stesse motivazioni, mosso dalle stesse dinamiche.

Faces

Mi è sempre piaciuto disegnare, sin da piccolo, una propensione divenuta negli anni vera e propria passione, forte ma anche volubile, a tratti sopita, spesso bruciante; praticata per piacere e divertimento, per dovere e mestiere, ma sempre seriamente. Non è stato un percorso facile e non lo è tuttora, ma quando mai davvero lo è? Ma sono ancora qui, perchè in fondo ci sono cose che si scelgono e altre invece da cui siamo scelti, e creare immagini per me è entrambe le cose. Per cui finchè sarò in grado di farlo lo farò, con tutta la determinazione e talento che posssiedo, semplicemente perchè questo mi farà felice. E quando sarà, allora vorrò condividere tale stato d’animo, nell’intento di poter esser felice due volte.
Buona visione!

Misc

Trovate Andrea Gatti su www.agatti.com

 

Scegli la categoria che preferisci

Storie

Personaggi

Curiosità

Chiese

Palazzi

Parchi