Palazzi e architettura

Villa della Regina, un anfiteatro in collina

Villa della Regina, un anfiteatro in collina Fu il cardinale Maurizio di Savoia, cadetto di Carlo Emanuele I, a incaricare Ascanio Vitozzi di progettargli, nel 1615, una residenza in collina che facesse eco alle ville romane da lui ben conosciute: quando i lavori, eseguiti da Carlo di Castellamonte, furono terminati, Maurizio rinunciò alla porpora cardinalizia, …

Villa della Regina, un anfiteatro in collina Leggi altro »

Palazzo Trucchi di Levaldigi

Palazzo Trucchi di Levaldigi: è davvero diabolico?

La bellezza di Torino sta nei dettagli. Piccoli tanto da passare inosservati, maestosi da lasciarci stupiti e intimoriti, palazzo Trucchi di Levaldigi è un po’ entrambi.
Il palazzo è imponente, ma sembra volersi nascondere agli affaccendati viandanti così racchiuso nella scacchiera urbana di Via XX Settembre.
Ma il suo portone, no! É in grado di attrarre ogni visitatore che percorrere la zona.
L’edificio è stato costruito dal famoso architetto torinese Amedeo di Castellamonte tra il 1673 ed il 1677 su ordinazione di Giovanni Battista Trucchi Conte di Levaldigi, presidente e generale delle finanze di casa Savoia. Il terreno su cui viene edificato il palazzo viene espropriato ai padri agostiniani scalzi del vicino Convento di San Carlo dopo una lunga e travagliata trattativa.

Casa Romagnano medioevo torino

Casa Romagnano, tracce di Medioevo nel centro città di Torino

Le tracce medioevali scompaiono con il trascorrere dei secoli, ma antiche formelle in cotto pregiato che contornano finestre guelfe ci riportano alla mente un passato ormai dimenticato. È il caso della Casa dei Romagnano. Piccole vie contorte circondano la probabile dimora dell’antico casato discendente dalla stirpe Arduinica, i Romagnano, che nonostante il decadimento toccato alle …

Casa Romagnano, tracce di Medioevo nel centro città di Torino Leggi altro »

Cucina Malati e Poveri, via Palestro

Cucina Malati e Poveri, via Palestro

Torino non smette mai di affascinare. Ad ogni angolo una scoperta, uno scorcio che attira l’attenzione dei passanti, come in corso Palestro al civico 11. Una palazzina in stile tardo-eclettico si affaccia sul viale alberato all’angolo con via Bertola. Il fabbricato “Cucina Malati e Poveri” viene edificato nel 1914, progettato da Giacomo Salvadori di Wiesenhoff e …

Cucina Malati e Poveri, via Palestro Leggi altro »

I Murazzi sul Po

I Murazzi sul Po

I Murazzi sul po Fino alla prima metà dell’ottocento Piazza Vittorio era collegata a Corso Re (ora Corso Vittorio Emanuele II) da un terrapieno con un viale alberato che si prolungava fino a raggiungere l’ingresso del Castello del Valentino. Il primo progetto di riqualificazione della sponda sinistra del fiume Po risale ai primi anni successivi …

I Murazzi sul Po Leggi altro »

On this website we use first or third-party tools that store small files (<i>cookie</i>) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (<i>technical cookies</i>), to generate navigation usage reports (<i>statistics cookies</i>) and to suitable advertise our services/products (<i>profiling cookies</i>). We can directly use technical cookies, but <u>you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies</u>. <b>Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience</b>.