Enrico Reffo, storia di un pittore cristiano e maestro

Ad Enrico Reffo non fu dato il giusto riconoscimento durante la sua vita  perché i soggetti delle sue opere erano esclusivamente sacri, perché era profondamente cattolico, perché era fratello di Eugenio braccio destro di Don Murialdo e perchè era attivo socialmente al Collegio degli artigianelli ed in altre mille iniziative. Niente di male di per… Continua a leggere Enrico Reffo, storia di un pittore cristiano e maestro

Federico Scloplis, libertà di stampa e la questione Alabama

Federico Sclopis nasce a Torino il 10 gennaio del 1798. Rampollo di nobile famiglia, dedito agli studi, appena ventenne si laurea in giurisprudenza all’università di Torino ed entra subito a far parte del panorama politico come collaboratore di Prospero Balbo (Ministro degli affari interni); a trent’anni diventa membro del Senato di Piemonte. Notato da Carlo… Continua a leggere Federico Scloplis, libertà di stampa e la questione Alabama

Alberto Nota, un commediografo segretario.

Quando il re nomina Alberto Nota segretario particolare, il mondo letterario si compiace ampiamente per la scelta. Di fatto, Carlo Alberto voleva dare un’impronta moderna e liberale alla corte torinese dando dimostrazione di tenere in grande considerazione le lettere e le arti, un modo aggraziarsi il panorama culturale italiano non essendo Alberto Nota un aristocratico. Un’impronta innovativa… Continua a leggere Alberto Nota, un commediografo segretario.

Biagio Nazzaro, Cronaca di una vittoria.

In una tiepida domenica primaverile, già di primo mattino, il rombo dei motori sta letteralmente riempiendo tutta la collina di Superga. I piloti si stanno preparando alla “classica” Sassi-Superga e l’andi-rivieni dei veicoli rallegra la mattinata. Si vedono sfrecciare i motoveicoli a forte velocità; qualcuno si ferma, mette mano al motore, assesta i freni, regola… Continua a leggere Biagio Nazzaro, Cronaca di una vittoria.

via delle ‘ROSINE’, e Rosa Govone

In via Po, all’ altezza della chiesa della Santissima Annunziata si trova ‘via delle rosine’, una via dedicata alle Rosine,  orfane e  povere fanciulle che grazie l’ egoismo istituito  e la presunzione del titolo erano private della speranza e del sogno di un futuro migliore. Grazie a Rosa Govone e all’ istituto da lei creato,… Continua a leggere via delle ‘ROSINE’, e Rosa Govone

Francesco Faà di Bruno, non un semplice prete.

Francesco Faà di Bruno, non un semplice prete. Sono tanti i personaggi che hanno contribuito a formare e ad accrescere Torino, tra questi indubbiamente spicca Francesco Faà di Bruno. Conosciuto soprattutto in ambito religioso è stato un personaggio eclettico che ha dimostrato grandi doti nei più svariati argomenti. …ma partiamo dall’inizio: Francesco Faà di Bruno nasce… Continua a leggere Francesco Faà di Bruno, non un semplice prete.

Jeanne Baptiste D’Albert de Luynes, l’ amante di Vittorio Amedeo II

Jeanne Baptiste D’Albert de Luynes, l’amante di Vittorio Amedeo II. Ottobre 1700, a Palazzo Reale tutto tace, Vittorio Amedeo II è partito per le terme di Saint Moritz portandosi dietro circa duecentocinquanta cortigiani. Madama reale, invece, si è recata al Santuario di Oropa per ringraziare la Vergine dell’erede maschio appena arrivato. Da palazzo Scaglia di Verrua,… Continua a leggere Jeanne Baptiste D’Albert de Luynes, l’ amante di Vittorio Amedeo II

Carlo Francesco Allioni, medico e botanico di corte.

Allioni prima di finire gli studi già conosceva ogni pianta dentro e fuori le mura di Torino. Era affascinato dal mondo vegetale e continuamente lo osservava e lo studiava.
Tale attenzione al mondo vegetale ha accompagnato tutta la sua vita e i suoi scritti hanno lasciato traccia della sua immensa conoscenza che trovò la massima espressione in ‘Flora Pedemontana’. L’opera, costituita da tre volumi, descriveva le caratteristiche fisiche e le capacità curative di oltre 2000 piante caratteristiche della nostra regione .

Alessandro Cruto, il prometeo Taurinese

Alessandro Cruto, il prometeo Taurinese

La lampadina che tutti noi conosciamo, quella ad incandescenza, è stata inventata da Alessandro Cruto  a Piossasco, il piccolo paese a  pochi chilometri da Torino protagonista a più riprese della millenaria storia di quella che noi chiamiamo Taurinia (o Taurasia). Nato a Piossasco il 18 maggio 1847, il prometeo taurinese non era l’ unico a fare… Continua a leggere Alessandro Cruto, il prometeo Taurinese