Parchi e Fontane

La fontana di Santa Barbara

La fontana di Santa Barbara

La fontana di Santa Barbara è probabilmente la fontana più antica di Torino.
Prima dell ‘edificazione di un antica Cappella dedicata a Santa Barbara, successivamente abbattuta, fonti ignote raccontano che in epoca pre-cristiana la sorgente era nota per le sue capacità miracolose e salutari.  Non possiamo più parlare di storia ma di mito in quanto il racconto parla di una fontana dedicata alla Dea Minerva ai tempi di Eridano.

La fontana di Santa Barbara

L’edificio che attualmente ospita le due fontane  venne edificato nei pressi dell’antica Fontana di Santa Barbara, all’angolo di Corso Santa Barbara (corso Regina Margherita) e vicolo S. Giobbe (corso XI Febbraio).

La fontana veniva utilizzata già prima della costruzione della caserma sia per domare gli incendi sia per i bisogni di Porta d’Italia, attuale Porta Palazzo.
La fontana prendeva il nome da un’antica cappella dedicata appunto a Santa Barbara, situata in fondo a vicolo S. Giobbe, ormai scomparsa.

L’acqua prelevata dalla fonte era spinta fino a Palazzo di Città per mezzo di una conduttura in vetro ed era ritenuta “leggerissima, fresca salubre e assai ricercata; i sovrani di Torino ne facevano grand’uso”.

La fontana di Santa BarbaraNel 1827 la fontana fu tolta e furono collocati due getti  sul corso ai lati della porta della caserma dei Vigili del Fuoco, sono due semplici bacini in pietra collocati entro nicchie sulla facciata di Corso Regina Margherita al civico 128 a pochi passi dal famoso mercato; il getto d’acqua fuoriusciva da piccole teste di leone anch’essi situati dentro le rientranze.

Le fontane non sono più funzionanti ormai da anni e molto spesso scambiate per cestini porta rifiuti.
Purtroppo lo stabile è abbandonato da circa vent’anni e oggi posto in vendita, cattiva abitudine oramai consolidata nella gestione del bene pubblico.

 Sono semplici, passano quasi inosservate, ma sono un pezzo di storia della nostra città, a qualcuno potrebbe interessare andarle a visitare…

 

Potrebbe interessarti

Il parco ‘Cavalieri di Vittorio Veneto’

Patrizia Guariso

Fontana Angelica, la fontana dei misteri

Eugenio Chenarra

Il Parco del Valentino

Patrizia Guariso