Marcel Bich il geniale inventore dell’usa e getta

da | Personaggi Torinesi

Scrivere, radersi, accendersi una sigaretta. Tre azioni che hanno in comune un unico denominatore Marcel Bich.

Nel quartiere Crocetta, in corso Re Umberto 60, è affissa una targa che ricorda l’uomo che inventò il sistema dell’usa e getta, colui che probabilmente diede spunto all’idea del consumismo che ormai da ogni parte ci invade.
Sicuramente ha cambiato la metodologia dell’oggetto, fatto per essere usato, ma che deve durare solo per un tempo limitato e successivamente eliminato e alla portata di tutti per la sua economicità.

Marcel Bich

Marcel Bich nasce a Torino il 29 luglio 1914 da una nobile famiglia originaria di Châtillon.
La sua professione è quella di rappresentante di inchiostri ed è durante il suo operato che negli anni cinquanta incontra László József Bíró che pochi anni prima aveva tentato la produzione su scala industriale di un nuovo tipo di penna che però aveva costi produttivi elevati e quindi per lui insostenibili.
Bich acquista il brevetto, riesce ad affinare la produzione e quindi ad abbattere i costi del 90%.
Il successo è planetario. Alla penna il Barone Marcel da il proprio nome, privato dell’h finale per semplificarne la pronuncia.

Dopo il successo ottenuto con la penna, Marcel Bich, produce altri prodotti “usa e getta”, come rasoi da barba ed accendini, ma anche articoli destinati a durare a lungo (tavole da surf, telefoni, ecc.).
Naturalizzato francese muore a Parigi il 30 maggio 1994.

Scegli la categoria che preferisci

Storie

Personaggi

Curiosità

Chiese

Palazzi

Parchi