Curiosità di Torino

Palazzo Civico, lo scalone d’ onore.

Palazzo Civico, lo scalone d’ onore.

Varcato il cortile di Palazzo di Città sulla destra si trova lo scalone d’onore, dove è possibile scorgere una volta riccamente decorata ad opera del pittore casalese Pietro Fea, allievo dei fratelli Galliani, pittori di prospettiva impegnati alla corte torinese.

Nel 1823 fu commissionata all’artista la decorazione delle volte di entrambe le rampe. Il pittore impresse tre soggetti: le quattro stagioni che offrono a Po e Dora i frutti del suolo piemontese; la Fama raffigurata dai principali edifici della città; una donna che rappresenta  Torino con accanto la Religione, onorata dalle Scienze, dalle Lettere, dalle Belle Arti, dal Commercio, dall’Agricoltura, dall’Industria e dalla Milizia.
Sulle pareti dello scalone del palazzo civico sono presenti bassorilievi raffiguranti Giustizia, Fedeltà, Prudenza, Pace e pubblica Felicità, realizzati dallo stesso Fea che prese ispirazione da modelli antichi (l’arco antico o la porta di Reims) e moderni (Juvarra, Quaregni e Palladio).
Dagli archivi comunali  risulta che il costo dell’intera impresa fu di 4.900 lire. Alla fine dei lavori l’artista fu premiato con una medaglia d’argento come ringraziamento per il proprio operato.

Potrebbe interessarti

Il Toro è simbolo della città di Torino

Patrizia Guariso

Una curiosa meridiana sul Duomo di Torino

Laura Fezia

Giovanna d’ Orlier de la Balme

Giovanna Dalberti