Home > Storie > Curiosità di Torino > Piazza Vittorio . . cosa? Ema, Ame…Veneto?
Curiosità di Torino Storie

Piazza Vittorio . . cosa? Ema, Ame…Veneto?

piazza vittorio emanuele piazza vittorio veneto

Se siete come me, che ogni volta che nomino piazza Vittorio riesco a passare in rassegna tutta la dinastia dei Savoia, adesso abbiamo una scusa per giustificare il nostro ‘lapsus’.

L’idea di una grande piazza d’armi dedicata a Vittorio Emanuele I nasce nel 1817 quando la municipalità decide l’ampliamento di Torino verso il Borgo Nuovo in direzione della Chiesa della Gran Madre. Del disegno viene incaricato Giuseppe Frizzi, disegnatore e progettista, che la porta a compimento nel 1825.
Ancora oggi sono visibili i cartelli che indicano la denominazione originale della piazza dedicata al re tornato in patria pochi anni prima e ancora oggi, come nel lontano 1825,  per comodità la piazza viene chiamata  piazza Vittorio.
L’unica differenza è la denominazione  completa della piazza che cambiò nome all’indomani della prima guerra mondiale quando, per esaltare l’ importanza della gloriosa battaglia di Vittorio Veneto,  la piazza cambia nome da piazza VITTORIO EMANUELE I a piazza VITTORIO VENETO.

piazza vittorio emanuele piazza vittorio venetoPiazza Vittorio

Adesso abbiamo finalmente una scusa per giustificare il nostro errore quando ci atteggiamo a Torinesi DOC e sbagliamo il nome di piazza Vittorio Amedeo . . no scusate Emanuele . .dicevo Piazza Vittorio Veneto.

Ti potrebbe interessare

La fabbrica del freddo a Porta Palazzo

Laura Fezia

La storia di Clara Maria Brigida Ribolet, la strega

Maurizio Lattanzio

Piazza Castello “la Piassa”

Patrizia Guariso

L’ invenzione della borraccia e Amalia Guglielminetti

Manuela Vetrano

La Minerva di Vincenzo Vela

Patrizia Guariso

La Grande Peste Nera del 1630 a Torino

Maurizio Lattanzio

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per personalizzare l'esperienza di navigazione. Se prosegui la navigazione accetto il loro utilizzo. Accetta Leggi di più