Home > Storie > Storie di Torino > A Ricordo della spedizione in Crimea
Storie di Torino

A Ricordo della spedizione in Crimea

A Ricordo della spedizione in Crimea

Attraversato il fiume Po, all’altezza del Ponte Umberto I, un grande viale alberato ci porta ad attraversare l’elegante Borgo Crimea, poco più avanti si apre l’omonima piazza dedicata ai caduti della guerra d’ Oriente.
Al centro, il monumento che ricorda la partecipazione del Piemonte alla Guerra di Crimea, spedizione voluta da Cavour nel 1855.

A Ricordo della spedizione in CrimeaA Ricordo della spedizione in Crimea

Il complesso marmoreo rappresenta la vittoria della nascente Italia, con al centro il Piemonte rappresentato al femminile da una guerriera con elmo e corazza, mentre ai lati vi trovano posto l’esercito e la marina rappresentati da un bersagliere ed un marinaio.
Dietro, su un basamento cubico in bronzo ornato con palmizi orientaleggianti, si staglia l’obelisco a memoria dell’impresa militare.

A Ricordo della spedizione in CrimeaSul basamento i vari stemmi delle forze alleate e due bassorilievi ricordano l’assedio di Sebastopoli e la Battaglia della Cernaia.

Il monumento è stato realizzato dallo scultore Luigi Belli, docente di Plastica ornamentale all’Accademia Albertina di Torino ed è stato inaugurato il 1° giugno 1892 alla presenza del Re Umberto I di Savoia.

Indirizzo

Piazza Crimea

Ti potrebbe interessare

Limosina per li carcerati, la chiesa degli impiccati

Maurizio Lattanzio

Virginio Bordino e il carro locomobile stradale

CiaoTurin

Tutti sbronzi per Vittorio Amedeo II, il duchino

Patrizia Guariso

Piazza Vittorio . . cosa? Ema, Ame…Veneto?

Maurizio Lattanzio

Ai Cavalieri d’Italia

Il Torinese

Monumento all’ Autiere

Patrizia Guariso

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per personalizzare l'esperienza di navigazione. Se prosegui la navigazione accetto il loro utilizzo. Accetta Leggi di più