sindone

Aiuola Secondo Pia, l'uomo che vide il volto della Sindone.

Secondo Pia, l’uomo che vide il volto della Sindone.

Tutti noi abbiamo ben impresso negli occhi il volto della Sindone, reliquia sacra per eccellenza della cristianità, ormai l’abbiamo vista sotto ogni aspetto, fotografata, scannerizzata, in 3D; fin dal 1578 le diverse ostensioni permettono ai fedeli di venerare il sacro telo, ma è solo nel 1898 che viene scattata la prima fotografia alla Sindone e …

Secondo Pia, l’uomo che vide il volto della Sindone. Leggi altro »

Via Torquato Tasso, già via San Lazzaro

Via Torquato Tasso, già via San Lazzaro

Torquato Tasso giunge a Torino nel 1578, all’epoca in cui Emanuele Filiberto vi trasferiva la Sindone da Chambery. In fuga da Ferrara sotto il falso nome di Omero Fuggiguerra, fu ospite del marchese Filippo d’Este di Lanzo, genero di Testa di Ferro e il 10 ottobre assistette all’incontro tra il duca di Savoia e Carlo Borromeo nella chiesa di San Lorenzo, dove poté venerare il sacro lino, al quale dedico alcuni versi.

San Carlo Borromeo venera la Sindone

L’ arcivescovo Carlo Borromeo adempie al suo voto.

Per onorare il suo voto,  l’ arcivescovo Carlo Borromeo arriva a Torino preceduto da un lungo corteo di uomini di chiesa, nobiltà e pellegrini.  Il duca Emanuele Filiberto e il principe Carlo Emanuele sono ad attenderlo in prossimità della Porta Palatina. Dopo una pausa all’interno del Duomo per ringraziare il signore della riuscita del pellegrinaggio, …

L’ arcivescovo Carlo Borromeo adempie al suo voto. Leggi altro »

Sacra Sindone a Torino

Il percorso della Sindone dentro la città di Torino

La strada percorsa dalla Sacra Sindone nei secoli precedenti il suo arrivo a Torino é raccontata in mille e più pubblicazioni, siti internet e musei. All’ interno dello stesso Museo della Sindone è presente una cartina che illustra la lunga strada che ha dovuto percorrere il Sacro Lino per trovare la sua collocazione ideale. Le …

Il percorso della Sindone dentro la città di Torino Leggi altro »

Duomo di Torino

Duomo di Torino San Giovanni Battista

Duomo di Torino San Giovanni Battista, chiesa Metropolitana Nell’anno 1490 il Vescovo di Torino, il Cardinale Domenico della Rovere  decide di abbattere le tre chiese paleocristiane dedicate a San Salvatore, Santa Maria de Dompno e San Giovanni Battista, la più importante e l’ultima ad essere demolita. Il desiderio era innalzare  sulle rovine dei templi preesistenti  una nuova …

Duomo di Torino San Giovanni Battista Leggi altro »

On this website we use first or third-party tools that store small files (<i>cookie</i>) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (<i>technical cookies</i>), to generate navigation usage reports (<i>statistics cookies</i>) and to suitable advertise our services/products (<i>profiling cookies</i>). We can directly use technical cookies, but <u>you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies</u>. <b>Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience</b>.