Edmondo De Amicis, Alle porte d’Italia

Edmondo De Amicis era molto legato ad una città piemontese che dista ad una cinquantina di kilometri da Torino, la bella ‘Pinerolo’,  descritta dallo scrittore con parole semplici,  cariche di amore e passione: “Vista dall’alto, posta com’è all’imboccatura di due bellissime valli,…

Federico Scloplis, libertà di stampa e la questione Alabama

Federico Sclopis nasce a Torino il 10 gennaio del 1798. Rampollo di nobile famiglia, dedito agli studi, appena ventenne si laurea in giurisprudenza all’università di Torino ed entra subito a far parte del panorama politico come collaboratore di Prospero Balbo…

Il romantico idroscalo demolito.

Se nel 1908 ebbe inizio l’avventura aeronautica di Torino, quella dell’ uso degli idrovolanti la seguì poco dopo, sviluppandosi a mano a mano che la tecnologia avanzava e la frenesia di volare, coprendo in poco tempo grandi distanze, si impadroniva…

Teresina Tua, l’ Angelo del violino

Siamo a Torino, nel 1883!
Teresina Tua è una graziosa ragazza torinese di diciassette anni. Il suo nome è conosciuto in tutta Europa, ogni concerto è esaurito, la folla la acclama, le scene di isterismo non mancano e i regnanti europei la vogliono ascoltare una seconda volta. I più grandi musicisti europei hanno suonato con lei, l’ hanno ascoltata, consigliata e ammirata: Giuseppe Verdi, Richard Wagner, Liszt e tanti altri. In Spagna, Francia, Belgio, Inghilterra ed Italia la sua fama la precede. La vogliono negli Stati Uniti e in Russia e lei gli accontenterà. Teresina Tua è la più grande violinista del mondo, una violinista Torinese, un prodigio voluto da Dio, lei è l’ Angelo del violino.

Via Torquato Tasso, già via San Lazzaro

Torquato Tasso giunge a Torino nel 1578, all’epoca in cui Emanuele Filiberto vi trasferiva la Sindone da Chambery. In fuga da Ferrara sotto il falso nome di Omero Fuggiguerra, fu ospite del marchese Filippo d’Este di Lanzo, genero di Testa di Ferro e il 10 ottobre assistette all’incontro tra il duca di Savoia e Carlo Borromeo nella chiesa di San Lorenzo, dove poté venerare il sacro lino, al quale dedico alcuni versi.

Giuseppe Macherione per gli amici Peppino il Siciliano

La patria e l’unificazione dell’Italia, gli argomenti delle sue poesie, i suoi versi raccontano il suo ideale patriottico e l’amore per la sua terra.
Il suo impegno a favore dell’unità d’Italia lo porta ad arruolarsi con i garibaldini, ma viene rifiutato per le problematiche di salute che già da tempo lo affliggono.

Nino Oxilia e la “sua” settima arte

Nino Oxilia nasce a Torino il 13 novembre 1888 da genitori di origini liguri. A diciassette anni, studente universitario iscritto alla facoltà di giurisprudenza, inizia la sua avventura giornalistica nel quotidiano “La gazzetta di Torino” come cronista e compilatore di notizie.…

Giovanni Battista Bogino, politico di corte sabauda

Una lapide nell ‘omonima via ricorda il luogo visse Giovanni Battista Bogino, politico della corte Sabauda nato a Torino il 21 Luglio del 1701. Bogino entra nella corte sabauda sotto il regno di Vittorio Amedeo II dopo aver conseguito la…

Federico Albert, filantropo, predicatore e beato

Nella città di Torino hanno operato molte importanti figuri religiose come Giovanni Bosco, Giuseppe Benedetto Cottolengo, Giuseppe Cafasso, solo per citarne alcuni. Tra questi appare Federico Albert instancabile filantropo e grande predicatore, beatificato da Giovanni Paolo II il 30 settembre…

Emilio Salgari, il viaggiator sedente di corso Casale.

L’inventore della narrativa per ragazzi Emilio Salgari nasce a Verona il 21 agosto 1862. Interrotti gli studi militari nel 1881 si dedica al giornalismo nella sua città natale dove comincia a scrivere i suoi primi racconti. Nel 1883 arriva  il…