Monumento ai Caduti del Frejus

La città di Torino contiene alcuni monumenti e luoghi urbani che rappresentano forti simbologie. Piazza Statuto, denominata così in onore dello Statuto Albertino, carta costituzionale promulgata nel 1848 da Carlo Alberto per il Regno sardo-piemontese, racchiude la Piramide di Fetonte. Il monumento, realizzato dallo sculture Odoardo Tabacchi e i suoi studenti, venne inaugurato 26 ottobre 1879 in… Continua a leggere Monumento ai Caduti del Frejus

Chiesa di Santa Barbara

La maestosa chiesa di Santa Barbara situata in pieno centro storico, tra via Assarotti e via Bertola, nasce dove prima sorgeva la chiesa di San Lorenzo. Dopo il trasferimento della capitale nella città piemontese, Emanuele Filiberto di Savoia decide di ripristinare un po’ di cose che il re francese Francesco I aveva fatto abbattere per organizzare la difesa di… Continua a leggere Chiesa di Santa Barbara

Giardini La Marmora

Fare due passi tra le aiuole ed i monumenti dei giardini La Marmora fa venire in mente il brano di Edmondo De Amicis tratto dal libro Cuore quando descrive la sfilata delle forze armate in Piazza Castello in occasione della festa Nazionale. “… e i bersaglieri, l’antico dodicesimo battaglione, i primi che entrarono in Roma… Continua a leggere Giardini La Marmora

Carlo Felice Nicolis, conte di Robilant

Carlo Felice Nicolis, conte di Robilant nacque da Maurizio Robilant e Maria Antonietta di Robilant l’8 agosto 1826 a Torino. Maria Antonietta di Robilant era figlia di Friedrich Ludwig III, conte e ambasciatore di Prussia a Torino. A soli tredici anni Carlo Nicolis entrò all’Accademia Reale di Torino, si laureò terminati gli studi nel 1845,… Continua a leggere Carlo Felice Nicolis, conte di Robilant

Luigi Mattirolo, l’uomo e la legge

L’avvocato, rettore dell’Università degli Studi di Torino, uomo di legge. Luigi Mattirolo, nato a Torino il 26 luglio 1838 dall’ingegnere Felice Mattirolo e dalla benestante Anacleta Perratone, si è laureato giovanissimo in legge cum lode presso l’Università di Torino. I suoi docenti erano il Pescatore e Pisanelli, massimi esponenti del diritto civile a cavallo dell’Unità… Continua a leggere Luigi Mattirolo, l’uomo e la legge

Via Pietro Micca, la diagonale che rompe l’ordine torinese

Prima della via Pietro Micca, verso la metà 800, il centro storico della città di Torino versa in condizioni igienico-sanitarie malsane. Le strette vie, retaggio dell’antico impianto medievale  non lasciano circolare aria e il passaggio della luce è praticamente impossibile. Nel 1885, il Comune decide di applicare anche a Torino la Legge di Napoli, varata… Continua a leggere Via Pietro Micca, la diagonale che rompe l’ordine torinese

via Pietro Micca, la diagonale che rompe l’ordine torinese

Prima della via Pietro Micca, verso la metà 800, il centro storico della città di Torino versa in condizioni igienico-sanitarie malsane. Le strette vie, retaggio dell’antico impianto medievale  non lasciano circolare aria e il passaggio della luce è praticamente impossibile. Nel 1885, il Comune decide di applicare anche a Torino la Legge di Napoli, varata… Continua a leggere via Pietro Micca, la diagonale che rompe l’ordine torinese